UNAIE: Rilanciare il ruolo dell’Associazionismo di fronte all’arretramento dello Stato

Si è riunito il 12 giugno scorso, a Roma il Consiglio Direttivo dell’UNAIE (Unione Nazionale Associazioni Immigrati ed Emigrati) che ha lanciato un forte appello a tutte le organizzazioni italiane e alle loro associazioni operanti all’estero affinché “si facciano carico delle crescenti difficoltà che l’arretramento sul territorio da parte delle istituzioni italiane – con l’ennesima riduzione delle rappresentanze consolari – sta provocando tra le comunità italiane emigrate, e dall’altro mettano in campo strategie nuove per riaffermare ancora una volta l’importanza fondamentale della formidabile rete di presenze italiane, vecchie e nuove, nel mondo globalizzato”.

Il Consiglio Direttivo dell’UNAIE – presieduto da Franco Narducci e coadiuvato dal vice presidente Aldo Aledda (Cedise, Sardegna), Laura Bisso (presidente Palermo Mondo), Ilaria Del Bianco (presidente Lucchesi nel Mondo), Patrizio De Martin (Bellunesi nel Mondo), Anna Lanfranchi (direttore Trentini nel Mondo), Gianni Lattanzio (Abruzzo Mondo) – al termine di un approfondito dibattito sui cambiamenti che hanno investito il tradizionale associazionismo e sulle forme di aggregazione dei nuovi migranti, ha ribadito la grande importanza che l’UNAIE stessa attribuisce agli Stati Generali dell’Associazionismo italiano all’estero.

“Sarà quella l’assise – ha sottolineato Narducci – che dovrà delineare una piattaforma di esigenze da presentare al Governo e al Parlamento affinché le traducano in atti legislativi; ma dovrà essere anche il consesso in grado di presentare all’Italia il volto, la valenza e i valori autentici della odierna presenza italiana nel mondo, una esigenza irrinunciabile a fronte di un progressivo oblio delle collettività emigrate da parte dell’opinione pubblica italiana”.

Il Consiglio Direttivo dell’UNAIE ha discusso ancora una volta lo stato di malessere che si rileva in moltissimi organismi di rappresentanza di base (Comites) a causa dell’abbandono e delle inadempienze da parte dello Stato italiano; l’UNAIE inviterà le oltre trenta associazioni aderenti a produrre un grande sforzo per sensibilizzare alla partecipazione al voto le comunità emigrate, invitandole a non mollare la fondamentale forma di rappresentanza istituzionale che i Comites incarnano.

Oltre alle questioni programmatiche e gestionali, il Consiglio Direttivo ha proceduto ad una prima verifica del nuovo sito UNAIE che a breve sarà operativo e vuole essere uno dei principali format di comunicazione con gli italiani nel mondo e con le sfide che pongono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...