Volpini (Cgie-Acli): Con Stati Generali Associazionismo rivitalizziamo un grande patrimonio

Il mondo associativo degli italiani all’estero al centro di una iniziativa che intende rilanciare ruolo ed attenzione in Italia come all’estero su questo patrimonio di conoscenze e competenze che rischia di essere vanificato. Ad annunciarla un esponente del mondo dell’associazioni e consigliere del Consiglio Generale degli Italiani all’estero nella giornata conclusiiva dei lavori dell’Assemblea Plenaria.
“Abbiamo preso coscienza ma anche piena consapevolezza che il mondo dell’associazionismo deve uscire dall’angolo in cui si è in parte cacciato per sua responsabilità ma anche per responsabilità istituzionale. “afferma ad Italialavortv Roberto Volpini, esponente delle ACLI, oltre che componente della Consulta nazionale delle Associazioni italiane nel mondo e del Comitato di Presidenza del Consiglio Generale degli Italiani all’estero di nomina governativa.

” Il mondo associativo all’estero – ammette Volpini – è indubbamente in crisi, come lo è d’altra parte anche in Italia. Ma all’estero abbiamo un patrimonio associativo degli italiani nel mondo che è un vero patrimonio ed abbiamo quindi la certezza che debba essere risollecitato nella sua mission e perciò abbiamo pensato che indire gli Stati Generali dell’Associazionismo degli italiani nel mondo sia iniziativa e luogo per rifare il punto sullo stato quo dell’associazionismo e rilanciare il suo ruolo anche nei Paesi dove gli italiani all’estero vivono ed ancora necessitano di sostegno nell’integrazione sociale. E lo vogliamo fare in piena autonomia e pluralismo.”

“Come associazioni nazionali degli italiani all’estero abbiamo costituito un Comitato promotore e stiamo costituendo ora un Comitato organizzatore,coinvolgendo altre associazioni sia a livello regionale che a livello locale. Prevediamo di sviluppare un lavoro di accompagnamento agli Stati Generali che dovrebbero tenersi nella primavera del 2015. Nel frattempo decideremo il cammino da fare insieme, coinvolgendo l’associazionismo nei diversi Paesi all’estero e soprattutto l’associazionismo nelle sue espressioni giovanili, figli e nipoti degli emigrati italiani come i giovani esponenti della nuova mobilità italiana all’estero.Un campo aperto sul quale avremo modo di avviare la discussione l’11 giugno prossimo in seno al Comitato organizzatore”.

“Dobbiamo tentare, naturalmente, prosegue Volpini, di coinvolgere tutte le associazioni. L’idea è quella di costituire gli Stati Generali così come nel 1989 furono costituiti gli Stati Generali dell’Associazionismo e del volontariato in Italia e che hanno poi portato alla costituzione del Terzo settore. Quindi, vogliamo inserirci nello stesso percorso ed oserei dire che l’associazionismo degli italiani nel mondo dovrebbe essere compreso dentro il terzo settore, almeno a livello europeo”.

Ed ulteriormente chiarisce: “non è un’iniziativa che si intreccia con l’elezione dei Comites o del CGIE, è un’iniziativa che riguarda il mondo associativo.” Tuttavia, aggiunge ” Non bisogna mai dimenticare che è stato il mondo a volere i Comites ed il CGIE”. Dunque, si tratta di un’iniziativa di rivitalizzazione del mondo associativo in tutta la sua specificità, dalle società sportive alle associazioni comunali, all’associazione di promozione sociale, alle grandi associazioni. E, semmai rivitalizzare questo mondo significa rivitalizzare gli stessi Comites e lo stesso CGIE, come frutto di questo mondo”.

(FONTE: Italian Network 03/06/2014)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...